Archivio | agosto, 2013
Chat

Baciata da Dio, stuprata dall’uomo

28 Ago

made-in-naples
“Napoli è femmina, mediterranea, seducente, sinuosa, formosa. Per capirla bisogna spogliarla della sciatta veste moderna e intuirne le curve mozzafiato, il corpo datole dal Creatore che doveva evidentemente volerle molto bene… ”
Angelo Forgione è giovane, napoletano e la sua città la ama davvero. Lo si capisce dalle righe qui sopra riportate, ma non solo. Si intuisce da ogni singolo paragrafo di questo straordinario libro. Sull’onda revisionista scoppiata in Italia, al Sud in moto particolare, negli ultimi anni (il revisionismo storico esiste in realtà da oltre un secolo per quanto riguarda la cd. “Questione Meridionale, ma negli ultimi anni pare sia nettamente in aumento il numero degli appassionati di storia post unitaria N.d.r.), decine, se non centinaia, sono stati i libri pubblicati e letti, che si sono proposti di fare meglio conoscere il Sud, Napoli in particolare, e il danno immane che la stessa ha subito e continua a subire a seguito dei fatti del 1861. Lo scopo del revisionismo storico è proprio questo. Made in Naples però ha fatto molto di più. Non c’è pagina di questo libro che non trasudi amore; anche quelle in cui si parla delle ingiustizie che la città ha subito e continua a subire, mai traspare odio, avversione, astio. Lo scopo del libro non è sparare a zero sulla storia; lo scopo è di dire “Ecco, è questa la vera Napoli”. Angelo Forgione ci accompagna, pagina dopo pagina, alla scoperta dei mille volti di una città la cui storia credevamo di conoscere ma delle cui virtù, forse, sappiamo ben poco. Una città dipinta come patria dell’ozio e dell’indolenza ma che da secoli segna al mondo la strada verso progresso, cultura e civiltà. Una città che è stata sbattuta su tutte le prime pagine per la vergognosa “Emergenza rifiuti” ma che nel 1787 colpì Goethe proprio per il meticoloso servizio di smaltimento rifiuti, tanto da indicarla come esempio alle ben più sporche Roma e Venezia. Ma della storia napoletana Forgione ci fa fare una vera indigestione, raccontandoci fatti (tutti meticolosamente documentati con riferimenti bibliografici) ed aneddoti che non possono non colpire la curiosità del lettore. E i “settori” in cui Napoli ha dettato e detta legge nel mondo sono davvero innumerevoli: dalla musica, alla scienza, all’economia, passando per urbanistica e previdenza sociale, fino ad arrivare alla medicina. Non esiste branca dello scibile umano in cui Napoli non abbia eccelso. Man mano che ci si addentra tra le pagine, sembra davvero che davanti a noi ci sia una donna nell’atto di spogliarsi; man mano che va avanti la scopriamo sempre più bella, fino a renderci conto che è nella semplicità del nudo che è al massimo del suo splendore. Ma Forgione non chiude gli occhi sul momento difficile che la città sta vivendo e sui problemi che da tanto, troppo, tempo le hanno tarpato le ali: li analizza, li sviscera, azzarda qualche spiegazione, qualche soluzione.
Lo stile è scorrevole, qua là spunta qualche battuta, qualche aneddoto, ma è la precisione dei riferimenti storici, la meticolosità della ricerca a colpire chi legge. Meticolosità profusa in ogni singolo dettaglio; sia che si parli delle teorie economiche di Antonio Genovesi sia che invece si parli della “invenzione” della pizza Margherita (A tal proposito, Brandi a Via Chiaia dovrebbe modificare un po’ la sua insegna?). Meticolosità e descrizione dei dettagli che invitano il lettore, lo invogliano, lo spingono ad approfondire la conoscenza di questa meravigliosa città. A visitare posti dimenticati o a leggere di personaggi che hanno messo la loro arte, la loro scienza ed il loro talento al servizio di questa bellissima donna che, come lo stesso Forgione ci ricorda, è stata: “Baciata da Dio, stuprata dall’uomo”.

Annunci
Unstoppablewanderlust

Recensioni, viaggi e paturnie di un'aspirante giornalista.

Plutonia Experiment

Un blog quantico

La Shoah

La distruzione degli Ebrei in Europa

biancabianco

Nulla dies sine linea

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

Bookaniere

LIBERI DI PENSARE! da un'idea di Enza D'Alonzo & A. Tiberio Dobrynia

L'Indulgenza

"io naturalmente ho scelto la Mancia, non ci ho neanche pensato alla Danimarca"

Via del Campo

il giornale di Campo dei Fiori

ECCESUD | incucina

Eccellenze in tavola!

scuolabarnabooth.wordpress.com/

Il blog della Barnabooth a cura di Giorgio Giusfredi

L'esame di Lauro

"La notizia è intorno a noi"

Città Viva

Storie, fatti, idee da Nola e dintorni. Voce ai cittadini.

InstabilMente-contaminazioni d'Arte

Associazione Culturale del Lago di Garda

Dott. Ing. Crick

Chi si ferma è perduto

Desperate Readers

Il gruppo di lettura della Biblioteca di Cavenago di Brianza