Chat

E pensato e o pensà stanca!”

24 Giu

tina spampanato
Dopo 40 anni di onorata carriera, Il Dialogo torna a casa. Scrosci di applausi, risate di cuore e tanta, tanta emozione. Quella che si è svolta venerdì sera nelle Basiliche paleocristiane di Cimitile, lasciatemelo dire, non è stata una serata come le altre. Sarà stata l’ansia dei preparativi, gli imprevisti che, come sempre, arrivano all’ultimo momento quando si organizza un evento; sarà stata la voglia di fare bene o la consapevolezza di aver ottenuto davvero un piccolo/ grande successo, ma anche io come Filumena ho pianto. E’ stato nell’attimo in cui Domenico Soriano (Salvatore Maccaro) ha cominciato col suo “Pazzo, pazzo, pazzo” ed io ho capito che tutto era davvero iniziato. In quel momento ho realizzato che ce l’avevo fatta e solo chi mi è stato vicino sa quanto quella serata io l’abbia voluta; e lì, seduta in prima fila: ho pianto. Fino ad allora avevo pensato e come Mimì avrebbe detto alla fine dell’ultimo atto: “O pensà stanca!”. Ma al di là delle stupide lacrime di una donnicciuola, l’intera platea, bimbi compresi, è rimasta per circa due ore affascinata dal pathos della commedia e dalla innegabile bravura degli artisti. La Filumena Marturano de Il Dialogo è diventata ormai una sinfonia; gli attori si muovono sul palco come le note su di un pentagramma, legati tra di loro da un afflato che anche il pubblico coglie.
La protagonista, Tina Spampanato, riesce a trasmettere tutto il dolore di una donna che ha lottato per l’intera vita avendo dinanzi agli occhi un unico obiettivo: A famiglia! Impossibile non commuoversi. A contribuire a tanta perfezione, ovviamente, la regia impeccabile di Ciro Ruoppo. La Filumena Marturano nota alle memorie di tutti, quella interpretata dall’indimenticata Regina Bianchi, recentemente scomparsa, è stata rispettata fin nei dettagli, salvo aggiungere a questi ultimi, piccoli accorgimenti o pennellate d’autore che hanno reso il tutto, forse ancora più emozionante. Di particolare rilievo la scena di Filumena giovane che giura alla Madonnina delle rose di vicolo San Liborio, di non uccidere il figlio che porta in grembo. L’interpretazione in contemporanea di madre e figlia (Tina Spampanato, Filumena adulta e Milly Maccaro, Filumena giovane) ha qualcosa di indescrivibile, che vi toglie il fiato. Ciliegina sulla torta della serata: una stella cadente; questa ha disegnato la sua virgola nel cielo in piena commedia. Tutti col naso in aria, con buona pace degli attori che, sotto le luci del palco, non capivano cosa stesse accadendo. A fine serata, saluti, auguri e ringraziamenti. Tutti via. Io no. Io sono rimasta ancora qualche minuto. Perché quando qualcosa l’abbiamo desiderato tanto, vorremmo non finisse mai. Agli attori de Il Dialogo, il mio personale augurio è quello di continuare su questa scia, perché hanno scritto una piccola pagina della storia della cultura nell’area nolana; peccato che forse non tutti lo sanno. Ad majora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Unstoppablewanderlust

Recensioni, viaggi e paturnie di un'aspirante giornalista.

Plutonia Experiment

Un blog quantico

La Shoah

La distruzione degli Ebrei in Europa

biancabianco

Nulla dies sine linea

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

Bookaniere

LIBERI DI PENSARE! da un'idea di Enza D'Alonzo & A. Tiberio Dobrynia

L'Indulgenza

"io naturalmente ho scelto la Mancia, non ci ho neanche pensato alla Danimarca"

Via del Campo

il giornale di Campo dei Fiori

ECCESUD | incucina

Eccellenze in tavola!

scuolabarnabooth.wordpress.com/

Il blog della Barnabooth a cura di Giorgio Giusfredi

L'esame di Lauro

"La notizia è intorno a noi"

Città Viva

Storie, fatti, idee da Nola e dintorni. Voce ai cittadini.

InstabilMente-contaminazioni d'Arte

Associazione Culturale del Lago di Garda

Dott. Ing. Crick

Chi si ferma è perduto

Desperate Readers

Il gruppo di lettura della Biblioteca di Cavenago di Brianza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: