Persuasione

28 Mag

persuasione
“Non posso ascoltare più a lungo in silenzio. Devo parlarvi con i mezzi che sono a mia disposizione. Mi penetrate l’anima a fondo. Sono diviso tra l’angoscia più cupa e la speranza. Non ditemi che è troppo tardi, che quei preziosi sentimenti sono svaniti per sempre. Mi offro nuovamente a voi con un cuore che vi appartiene ancora più pienamente, di quando voi quasi lo spezzaste otto anni e mezzo addietro. Non osate dire che l’uomo dimentica prima della donna, che il suo amore muore prima. Non ho amato altri che voi. Posso essere stato ingiusto, sono stato debole e vendicativo, mai incostante. Soltanto a causa vostra sono venuto a Bath. Soltanto per voi penso e faccio progetti. – Non lo avete veduto? Davvero non avete compreso che cosa desideravo? – Non avrei atteso neppure questi dieci giorni, se avessi potuto leggere nei vostri sentimenti, come credo voi abbiate penetrato i miei. Quasi non riesco a scrivere. Ogni istante sento qualcosa che mi sopraffà. Voi abbassate la voce, ma io distinguo i toni di quella voce, anche quando altri non potrebbero udirli. – Creatura troppo buona, troppo eccellente! In verità ci rendete giustizia. Credete dunque che il vero affetto e la costanza esistano tra gli uomini. Sappiate che essi vivono con il maggior fervore, con la più grande costanza in F.W.
Devo andarmene incerto del mio destino: ma tornerò qui o mi unirò alla vostra compagnia, appena possibile. Una parola, uno sguardo basteranno per decidere se io debba entrare nella casa di vostro padre questa sera, o mai”.
E’ di certo questa una delle dichiarazioni d’amore più belle e sentite della storia della letteratura di tutti i tempi.
La struggente storia d’amore tra Anne Elliot ed il capitano Frederick Wentworth resta nel cuore di chiunque si avvicini a quello che è certamente uno dei capolavori di Jane Austen.
Anne ha 27 anni, è nubile, malinconica, mite e giudiziosa, non viene presa in considerazione dal padre e dalla sorella maggiore perché ritenuta inutile e insignificante, ma è l’unica ad essere dotata di grande sensibilità e intelligenza. Circa otto anni prima, all’età di diciannove anni, lasciandosi convincere dall’opposizione del padre e dalla “persuasione” di Lady Russel, Anne ha rinunciato a sposare l’uomo che amava, perché ritenuto socialmente inferiore, causando così la sua infelicità. Sir Walter, spendaccione e incapace di amministrare il suo patrimonio, si trova sul lastrico e per ridurre le spese, dietro consiglio del suo agente è costretto ad affittare la tenuta di Kellynch Hall. La casa viene affittata dall’ammiraglio Croft ed a sua moglie. Anne viene messa in agitazione dalla scoperta che Mrs.Croft è la sorella del capitano Frederick Wentworth, il suo grande e mai dimenticato amore. All’arrivo dei nuovi affittuari sir Elliot ed Elisabeth partono per Bath, mentre Anne si reca, per un certo periodo, a casa di Charles e Mary Musgrove (sempre in preda alle sue crisi di autocommiserazione) per aiutarla con i bambini, e qui conosce le sorelle del cognato, Louisa e Henrietta. Quando Frederick si reca in visita dalla sorella si unisce alla compagnia. Con il suo atteggiamento gentile e simpatico conquista subito le due sorelle Musgrove.
Il tempo sembra non aver cancellato in alcun modo i sentimenti di Anne ma solo il tempo potrà dire quali siano quelli del capitano Wentworth.
Lo stile della Austen è sempre impregnato del profumo dei sogni, eppure riesce a trasmetterci con estrema chiarezza e non rari sprazzi di ironia, i (tanti) vizi e le (poche virtù) di una classe sociale. Una borghesia senza scrupoli legata alla forma più che alla sostanza, che passa sui sentimenti e sulle vite pur di affermare l’esistenza di valori per fortuna inesistenti.
Leggere questo libro è abbandonarsi al sogno e, perché, anche all’ironia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Unstoppablewanderlust

Recensioni, viaggi e paturnie di un'aspirante giornalista.

Plutonia Experiment

Un blog quantico

La Shoah

La distruzione degli Ebrei in Europa

biancabianco

Nulla dies sine linea

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

L'ORA VESUVIANA - Giornale Online

Bookaniere

LIBERI DI PENSARE! da un'idea di Enza D'Alonzo & A. Tiberio Dobrynia

L'Indulgenza

"io naturalmente ho scelto la Mancia, non ci ho neanche pensato alla Danimarca"

Via del Campo

il giornale di Campo dei Fiori

ECCESUD | incucina

Eccellenze in tavola!

scuolabarnabooth.wordpress.com/

Il blog della Barnabooth a cura di Giorgio Giusfredi

L'esame di Lauro

"La notizia è intorno a noi"

Città Viva

Storie, fatti, idee da Nola e dintorni. Voce ai cittadini.

InstabilMente-contaminazioni d'Arte

Associazione Culturale del Lago di Garda

Dott. Ing. Crick

Chi si ferma è perduto

Desperate Readers

Il gruppo di lettura della Biblioteca di Cavenago di Brianza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: